Partecipa al Primo Congresso del PD del tuo Circolo

Caro/a democratico/a,
ci permettiamo di utilizzare il tono confidenziale in questa lettera, perché tutti insieme stiamo costruendo il partito per l’Italia e per l’Europa del terzo millennio: il Partito Democratico.

Il Partito Democratico lo vogliamo costruire anche all’estero, tra i quattro milioni di connazionali che vivono nel Mondo, fuori dall’Italia.

Il Partito Democratico lo vogliamo costruire in Europa, nei vari Paesi dell’Unione europea, la nuova casa comune nella quale vivono oltre 2 milioni di connazionali.

Pensiamo ad un Partito legato alla storia dell’emigrazione italiana, attento alle realtà delle nuove generazioni, sensibile alle tematiche sociali e politiche europee. Non vogliamo un altro Partito europeo. Ce ne sono già tanti. Noi pensiamo ad un partito italiano, di cultura politica italiana ed europea, inserito nel contesto europeo, che insieme alle forze progessiste, di sinistra e sindacali europee, metta in primo piano i temi della cittadinanza, del lavoro, dei diritti, della giustizia sociale.

Pensiamo ad un Partito Democratico che parla di politica e non di potere; un Partito Democratico che parla della gente, dell’Italia, dell’Europa e del Mondo; un Partito Democratico che non contrappone giovani e vecchi o chi è democratico doc da chi no; un Partito Democratico, unito, laico, di iscritti, che pensa ci sia il bisogno di tutti.

Come sai, è iniziato il cammino verso il Primo Congresso del Partito Democratico. È un grande evento storico al quale sei chiamato/a a partecipare insieme agli altri 900 mila iscritti al PD.

Il tuo Circolo nei prossimi giorni ti inviterà all’assemblea congressuale. Partecipa! Alla riunione saranno illustrati tre documenti (mozioni). Sono le mozioni dei tre candidati alla Segreteria nazionale del Partito Democratico: Pier Luigi Bersani, Dario Franceschini e Ignazio Marino. Tu, insieme agli altri iscritti, voterai quello che maggiormente ti avrà convinto.

Noi, nei nostri Circoli sosterremo la candidatura di Pier Luigi Bersani a Segretario Nazionale del Partito Democratico, perché la sua mozione interpreta meglio l’idea del partito che vogliamo.

Ci piace il riferimento ad un Partito di combattimento, che dà l’idea di un partito orgoglioso e impegnato a sconfiggere l’ideologia del “berlusconismo”, che dà l’idea di un partito socialmente aperto e teso a costruire l’alternativa al governo della destra.

Nella mozione di Bersani troviamo le risposte alla domanda che tu e tutti noi ci poniamo: “Perché il PD invece di allargare il consenso ha perso voti?”.

Pier Luigi Bersani ritiene che non basta affidarsi ai giornali e alla televisione per conquistare voti e accrescere la propria credibilità; e non basta la suggestione del nuovismo. Berlusconi, Fini e Bossi sono per caso leader nuovi? NO!

Per costruire il partito e tornare a vincere in Italia “occorre - dice Bersani nella sua mozione - un paziente lavoro di radicamenteo nel Paese e rivolgersi con concretezza ai ceti popolari, alle categorie produttive e ai veri rinnovatori”.

Caro/a democratico/a, ti invitiamo a leggere la lettera di Pier Luigi Bersani, la versione breve e la versione integrale della mozione Bersani e il capitolo dedicato agli Italiani nel mondo. Sono documenti molto scorrevoli da leggere che potrai trovare sul sito: www.giannifarina.eu (clicca)
Partecipa al Congresso del tuo Circolo, contribuisci alla fondazione del Partito Democratico!

Cordiali saluti 

COMITATO DI SOSTEGNO DELLA MOZIONE 1 DI PIER LUIGI BERSANI
On. Gianni Farina, On. Laura Garavini,
Elio Carozza (Belgio), Domenico De Palma (Germania), Paolo Da Costa (Svizzera), Andrea Garnero (Francia),
Andrea Biondi (Inghilterra), Luca Pappalardo (Lussemburgo), Marcello Battistig (Olanda), Pietro Mariani (Spagna).