“Un successo per il Partito socialista svizzero, le donne elvetiche e la lingua italiana”

La socialista Simonetta Sommaruga eletta ministro elvetico per prendere il posto di Moritz Leuenberger 

“Non ci sono state sorprese mercoledì 22 settembre all’Assemblea federale svizzera, composta da 200 deputati del Consiglio nazionale e 46 deputati dei Cantoni, che a maggioranza qualificata ha eletto con 159 voti la socialista bernese, Simonetta Sommaruga, e con 144 voti il liberale radicale Johann Schneider-Amman, ministri della Confederazione elvetica in sostituzione dei dimissionari Moritz Leuenberger (socialista) e Hans-Rudolf Merz (liberale radicale). Nonostante le frizioni all’interno della formula magica istituita nel 1959 per dare rappresentanza nel governo ai quattro principali partiti (2 Socialisti, 2 Liberali radicali, 2 Cristiano-sociali e 1 Democratico di centro), in Parlamento l’accordo ha retto all’urto con la destra che rivendica  maggiore peso politico in relazione ad uno scenario mutato rispetto al 1959. La destra, con l’Unione democratica di centro, in 50 anni ha triplicato voti e parlamentari divenendo primo partito e conquistando così il secondo seggio in governo a scapito dei Cristiano-sociali. Sono davvero felice nel salutare questo successo del Partito socialista che ha puntato su un’altra donna in Consiglio federale, dopo l’elezione di Micheline Calmy-Rey nel 2003. Una scelta che premia la volontà dei partiti di sinistra a valorizzare il ruolo delle donne in politica. Per la prima volta nella storia, il governo svizzero diventa a maggioranza femminile. Sono certo che per personalità ed esperienze maturate nella sua carriera politica, Simonetta Sommaruga contribuirà ad assicurare alla Svizzera una politica attiva nella scena europea e internazionale, così come ha invitato il ministro uscente, il socialista Moritz Leuenberger, nel suo saluto di commiato. Con l’elezione di Simonetta Sommaruga credo che, per le sue origini ticinesi, si rafforzerà la componente italofona, che nella Confederazione elvetica ha un peso di grande rilievo”.  

On. Gianni Farina
Roma, 22 settembre 2010   
 
 

Carta d’identità

Simonetta Sommaruga è nata a Zugo nel 1960. Di origini del Canton Ticino, è  cresciuta nella Svizzera tedesca. Ha studiato piano a Lucerna, in California e in seguito a Roma. Dal 1993 al 2000 è membro della direzione e poi presidente della Fondazione per la protezione dei consumatori. Dal 2003 al 2008 presiede l’organizzazione non governativa SWISSAID e viaggia spesso in Asia, Africa e nei Paesi Latinoamericani. E’ deputata in Gran Consiglio a Berna dal 1981 al 1990. Nel 1999 è eletta in Consiglio nazionale e nel 2003 in quello degli Stati.