AUGURI DI BUONE FESTE E FELICE ANNO NUOVO

Care e cari connazionali,
care democratiche e cari democratici,
alla fine di questo anno politico - i cui sviluppi presentano pericoli anche di straordinaria gravità e attendono da noi risposte coraggiose, pertinenti e immediate per assicurare all’Italia una svolta democratica e morale - esprimo a tutti voi i più fervidi auguri per le prossime festività natalizie e di fine anno. Non posso nascondervi l’amarezza dei parlamentari eletti all’estero - partendo da me stesso - per non essere riusciti a imprimere maggiore attenzione ai problemi dei cittadini italiani in Europa. Di fronte a un governo sordo e muto (parlo del governo Berlusconi, naturalmente), anche la svolta di Mario Monti non ha purtroppo potuto e saputo attuare provvedimenti che fossero in sintonia con le richieste delle comunità nazionali da noi rappresentate.

Faccio pochi riferimenti a temi di particolare interesse dei nostri cittadini in Europa e nel Mondo: la vergognosa imposta dell’IMU (imu,unaleggedacambiare) sulle case degli emigrati, considerate indebitamente seconde case - la cui costruzione è frutto del sacrificio, dell’impegno e dell’attaccamento dei nostri connazionali alla terra d’origine - è un gabello che va assolutamente estinto insieme alla scandalosa tassa sui rifiuti (Tarsu) calcolata sui metri quadri e non sull’entità dello smaltimento; i vergognosi tagli che hanno subito la lingua e la cultura italiana, le istituzioni consolari, culturali, scolastiche e commerciali. Sono problemi che i parlamentari della nuova legislatura del  2013 si troveranno di fronte e ai quali dovranno porre grande attenzione affinché siano risolti. Ho affrontato tutto ciò in una conferenza stampa di fine anno che potete leggere collegandovi al documento farina,bilanciofinelegislatura.

Cari democratici e care democratiche, grazie del vostro affetto e della vostra amicizia. 

Con viva cordialità
On. Gianni Farina