Dobbiamo sempre ricordare la nostra storia

“La Valtellina oggi è terra d’immigrazione, ma ieri era terra di emigrazione. Sempre dobbiamo ricordare la nostra storia e l’impegno dei nostri emigranti valtellinesi , in particolare nella metà del secolo scorso”, sono le parole dell’incipit del discorso tenuto dall’On. Gianni Farina a Talamona, in provincia di Sondrio, alla presentazione del libro a cura della Dott.ssa Daniela Larraburu, dal titolo “Talamonesi nel Mondo. Trenta giorni di nave a vapore”. A fare gli onori di casa, nell’affollatissimo auditorium di Talamona, c’erano il Sindaco, Domenico Luzzi e il prefetto di Sondrio, Chiara Marolla. L’idea del libro è nata nel 2005, quando a Talamona per la prima volta si è svolta la prima edizione della manifestazione “Talamonesi nel mondo”. Dopo qualche anno di ricerche, Daniela Larraburu, ha pubblicato, con la prefazione dell’On. Gianni Farina, il libro, che sarà consegnato a tutte le famiglie di Talamona, “affinché costituisca un ponte di memoria storica di vita – ha affermato l’autrice - per i nostri emigranti di tutti i tempi”.   Trentasettenne, nativa di Bahia Blanca (Argentina), con padre argentino e madre talamonese, la Dott.ssa Daniela Larraburu è una testimone eccellente dell’emigrazione talamonese. Dopo la laurea in Marketing a Buenos Aires e dopo aver lavorato in diverse aziende multinazionali, nel 2002 ha deciso di emigrare in Italia, prima a Talamona, paese natale della madre, poi a Sondrio, dove attualmente è insegnante di spagnolo, marketing e ricercatrice per alcuni enti di formazione. Per la provincia di Sondrio ha realizzato già quattro anni fa un altro libro dal titolo “L’Emigrazione valtellinese e valchiavennasca in Argentina”.

Talamona (Sondrio) 28 Settembre 2008